pubblicazioni
Raccomandazioni predisposte dall’ Istituto Nazionale di Urbanistica in merito al PAT del Comune di Venezia

L’attività propria dell’Istituto Nazionale di Urbanistica è rappresentata dall’organizzazione di eventi pubblici di discussione e confronto sulla pianificazione territoriale e l’urbanistica.
Infatti, come previsto dallo Statuto, l’INU presta la sua consulenza e collabora con le pubbliche Amministrazioni, centrali e periferiche, nello studio e nella soluzione dei problemi urbanistici ed edilizi, sia generali sia locali, escludendo le attività a carattere più propriamente professionale. E’ nello stile dell’INU operare facendo leva sulla vocazione al confronto culturale per sviluppare e accrescere i rapporti di cooperazione con altri enti ed associazioni e tra questi non solo le associazioni degli urbanisti in Italia e in Europa, ma anche, ANCI, UPI, Aniacap-Federcasa, ANCE, Confcommercio, Associazioni industriali, WWF Italia, le Associazioni e gli Ordini professionali di Architetti, Ingegneri, Geologi, Geografi, Agronomi.
Con questo ruolo l’INU Veneto ha accompagnato il lungo processo di scrittura della legge urbanistica regionale, siamo inoltre consulenti del nuovo Piano Territoriale Regionale di Coordinamento. Per quanto riguarda Venezia, abbiamo seguito fin dal principio la formazione del PAT. Ma ancor di più l’INU ha seguito da sempre con estrema attenzione il processo di pianificazione del comune, non limitandosi ad una semplice narrazione, ma intervenendo a più riprese per sollecitare il dibattito e per fornire un contributo alle scelte urbanistiche sia nel passato che nel periodo più recente.
Una sintetica bibliografia dei più importanti passi di questo percorso ne fornisce la testimonianza:
- 1966 - Urbanistica n.48, con la testimonianza e i problemi posti dall’acqua alta;
- 1968 - Urbanistica n. 52, con saggi di Elena Bassi, Egle Trincanato e Romano Chirivi;
- 1972 - Urbanistica n. 59/60, il numero monografico sul piano regolatore;
- 1978 - Urbanistica n. 68/69, dove si documentano i programmi e gli interventi dell’amministrazione di sinistra;
- 1990 - Urbanistica n. 98 sulle politiche urbanistiche e infrastrutturali;
- 1996 - Urbanistica Informazioni, con il blocco tematico di dibattito sul progetto preliminare al nuovo Prg;
- 1996 - Urbanistica Quaderni n. 9, La pianificazione urbanistica come strumento di politica industriale. La variante al Prg per Porto Marghera.
- 1997 – Urbanistica Dossier, sulla costruzione del nuovo piano
- 2000 -2010 – Urbanistica Informazioni con molti articoli ed interventi, di urbanisti e amministratori sulle politiche urbane e sull’attuazione del piano

Oggi che, grazie al lavoro dell’ufficio di piano del Comune, il percorso si sta concludendo con la raccolta delle osservazioni, ci sembra utile proporre in forma di indicazioni e raccomandazioni alcune riflessioni emerse da un tavolo di lavoro organizzato dall’Istituto.

Il tavolo di lavoro di è tenuto il 14 ottobre 2011 presso la Fondazione di Venezia, dalle ore 10.30 alle ore 17.30 e ha visto la partecipazione di:

esperti dell’’INU chiamati a fornire una lettura dall’esterno:
- Piergiorgio Vitillo studio FOA (Milano) e docente del Politecnico di Milano
- Ugo Baldini, urbanista, presidente di CAIRE Urbanistica Reggio Emilia
- Domenico Moccia Facoltà di architettura di Università Federico II Napoli
- Bruno Zanon Facoltà di Ingegneria Università di Trento
- Silvia Viviani, architetto Firenze, vicepresidente dell’INU progettista di piani strutturali ed attuativi
membri del Direttivo regionale dell’INU Veneto:
membri effettivi
- Marisa Fantin
- Francesco Sbetti
- Franco Migliorini
- Andrea Rumor
- Lorenzo Ranzato
soci aderenti
- Denis Wellinton
- Marco Bottaro
rappresentanti degli enti associati
- Antonio Bortoli (rappresentante del Comune di Vicenza)
- Franco Alberti (rappresentante della Regione Veneto)

Il Comune è stato rappresentato da:
Assessore Ezio Micelli
Direttore del settore sviluppo del territorio ed edilizia Oscar Girotto,
Gruppo di lavoro “Ufficio PAT” della Direzione Sviluppo del Territorio.
E dai Consulenti del PAT
Adastra s.r.l. (Geologia) - Ing. Bondesan
Proteco (Agronomia) - Dott. Finotto
Ingegneria 2P - Ing. Petris e Ing. Bisetto
Mesa s.r.l. - Antonella Faggiani
Sistema – Manuela Bertoldo e Francesco Sbetti
VAS - Camillo Pluti
L’obiettivo del tavolo di lavoro non è stato quello di discutere e raccogliere suggerimenti; questo compito è già stato svolto nelle occasioni di partecipazione e co-pianificazione che hanno accompagnato la stesura del PAT.
Si è invece, sviluppando uno screening dei contenuti del PAT e formulando una valutazione di coerenza con gli obiettivi, il contesto normativo, l’efficacia delle scelte.
Nel corso del lavoro, oltre all’apprezzamento tecnico sulla stesura del documento e sulla coerenza degli obbiettivi in merito alla sostenibilità (approccio metropolitano, consumo si suolo, direttrici di sviluppo), si sono evidenziate alcune questioni che sono state elaborate nella forma di “raccomandazioni” per il PAT e soprattutto per i problemi di gestione che si svilupperanno nella fase di attuazione dei PI e degli altri strumenti di piano: Accordi, attuazione del Patto dei Sindaci, Parco della laguna nord, ecc.

[ Ultima modifica il 20 giugno 2012 ]
allegati
« novembre 2017 »
LunMarMerGioVenSabDom
  0102030405
06070809101112
13141516171819
20212223242526
27282930   
18/11/2017
17/11/2017