Il piano al tempo della crisi

- Organizzato da INU Veneto

Giovedì 1 ottobre 2009 ore 9,30 MEZZANINO
Progetti di città e di territorio, l’attuazione del nuovo piano
a cura di INU, sezione Toscana

La crisi richiede più, non meno, pianificazione; paradossalmente
può essere stimolo per fare in maniera flessibile e tempestiva
nuova urbanistica. L’attuazione del nuovo piano in un sistema
circolare, a filiera, non più gerarchico, è intesa quale momento
nel quale si mette in opera la strategia di governo. Indagare
sulle nuove connessioni fra piano e progetto, fra pubblico e
privato, fra pubblico e pubblico non è esigenza disciplinare ma
snodo vitale per un nuovo riformismo urbanistico.
Casi
1. Il livello metropolitano: il parco della piana fiorentina, un
nuovo modello di aggregazione su progetto, oltre la
copianificazione
2. Il passaggio dal piano strutturale al piano operativo, il
progetto di fattibilità: Castelfalfi, sviluppo turistico
integrato e paesaggio rurale
3. Infrastrutture e assetto costiero: esperienze attuative del
Masterplan dei porti toscani (Piombino/Portoferraio,
Talamone/Costa d’Argento, Porta nord della Toscana,
Livorno), progetti di governo promossi dal basso
4. Il progetto della nuova Pedemontana veneta: il disegno
dell’infrastruttura come progetto del territorio e del
paesaggio.

Relatori
Giuseppe De Luca posizionamento del tema, esito dei call,
analisi critica
Massimo Morisi riflessioni / caso 1
Silvia Viviani riflessioni / caso 2
Riccardo Baracco - Enrico Becattini riflessioni / caso 3
Francesco Finotto (alberti) riflessioni / caso 4
Dialogo conclusivo fra Felicia Bottino, Marco Romano, Riccardo Conti e Roberto D’Agostino moderati da Francesco Ventura sul tema
l’attuazione e la gestione del nuovo piano ovvero piani e
progetti al tempo della crisi

allegati

 adesione_convegno_Progetti di città e di territorio - PDF, 124.3 Kb
da compilare ed inviare via e-mail a verona09@inuveneto.it o via fax allo 0444532588

 Progetti di città e di territorio, l’attuazione del nuovo piano - PDF, 175.2 Kb
scarica la versione PDF dell’articolo