eventi
Il rilievo laser scanner una tecnologia a servizio del territorio
Legnaro (PD)
18 giugno 2010

Venerdì 18 giugno 2010
AGRIPOLIS - Legnaro (PD)
Aula 10, Pentagono

L’evoluzione tecnologica intesa come metodi e metodologie
per la conoscenza del territorio e delle sue componenti ha acquisito
un’importanza sempre maggiore nell’evoluzione di molte scienze
applicate.

Lo sviluppo della geomatica quale approccio integrato
multidisciplinare per acquisire dati metrici nello spazio e
informazioni correlate per la tematizzazione informativa, ha
permesso a molte aree scientifiche di ampliare gli ambiti di analisi
e di perfezionare le acquisizioni sperimentali.

Nello specifico settore forestale ne sono testimonianza le
applicazioni di analisi geomorfologiche a diversa scala, gli studi
idrologici, la pianificazione delle superfici forestali, la
realizzazione di piani di gestione forestale, la valutazione della
viabilità forestale e dell’accessibilità del territorio.

È evidente che l’evoluzione di nuove metodologie per
l’acquisizione delle informazioni territoriali, in particolare se
caratterizzate da un’adeguata capacità di risoluzione, favorisce
l’applicazione in ambiti e contesti diversificati. È questo il caso del
"lidar" (Laser Imaging Detection and Ranging), tecnica di
telerilevamento che sta manifestando una sempre maggiore
applicabilità in contesti spesso tra loro diversi.

Tra questi il settore forestale, il quale sta conoscendo un fiorire
di applicazioni che vanno dalla stima, attraverso analisi dirette o
indirette, di importanti caratteristiche della struttura forestale, quali
l’altezza delle chiome, la posizione degli alberi, la distribuzione
dei diametri, del volume e dell’area basimetrica, la biomassa
epigea e la rappresentazione mediante DTM ad alta/altissima
risoluzione della morfologia del suolo. Le potenzialità del lidar, già
largamente sperimentate all’estero nell’ambito forestale, sono oggi
oggetto anche in Italia di studi sperimentali condotti da istituzioni
universitarie e centri di ricerca.

Per incrementare la diffusione di questo metodo nel settore
forestale è importante che se ne pianifichi il trasferimento al
mondo operativo (professionisti ed imprenditori), al quale far
giungere non solo gli apprezzabili risultati delle varie ricerche
condotte, ma anche adeguati strumenti che favoriscano un reale
progresso del comparto. In questo contesto un ruolo importante è
assunto dalla ricerca scientifica che deve essere in grado di
tradurre in forma divulgativa quanto prodotto nei laboratori e nelle
sperimentazioni.

A conferma dell’utilità di far conoscere questa nuova
tecnologia è il fatto che anche in Italia alcuni Enti territoriali
stanno iniziando a utilizzare il lidar per fini gestionali e
pianificatori, acquisendo le informazioni telerilevate anche sui
soprassuoli boscati. Nel prossimo futuro, quindi, questi dati
saranno sempre più diffusi e utilizzabili anche dai tecnici forestali.

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

La partecipazione è libera ed aperta a tutti senza necessità di
iscrizione.
OBBIETTIVI
Il convegno non sarà ovviamente sufficiente per rendere i
partecipanti esperti nell’elaborazione dei dati lidar, ma vuole
essere piuttosto un momento per presentare in modo corretto e
per quanto possibile semplice, la tecnologia lidar, le
attrezzature, i prodotti e le possibilità di elaborazione dei dati,
convinti del fatto che la conoscenza è il primo passo verso un
uso intelligente e efficace degli strumenti di lavoro.
ATTESTATO
Ai partecipanti al convegno sarà consegnato un attestato di
partecipazione (inviato in formato PDF per mezzo e-mail).
Per gli iscritti all’Ordine degli Agronomi e Forestali è stato
richiesto l’accreditamento presso il CONAF: 0,5 CFP (crediti
formativo professionali art. 9 reg. formazione permanente
CONAF).

mappa
allegati

 Pieghevole - PDF, 429.8 Kb

« novembre 2017 »
LunMarMerGioVenSabDom
  0102030405
06070809101112
13141516171819
20212223242526
27282930   
pubblicazioni
CALL a cura di Pietro Garau e Marichela Sepe
16/11/2017
16/11/2017