Il piano al tempo della crisi
Mercoledì 30 settembre 2009 ore 17,30 MEZZANINO
Il Marco Polo di Venezia, da scalo aeroportuale a nodo intermodale
a cura di SAVE SpA

Uno studio per valutare la fattibilità di un nodo intermodale che permetterà di far convergere in un unico luogo, l’aeroporto internazionale Marco Polo di Venezia, trasporti via aria, via ferro, via acqua e via gomma.È quanto SAVE sta realizzando attraverso il progetto co-finanziato dal programma comunitario TEN T che verificherà la possibilità di integrare specifici progetti infrastrutturali (la stazione ferroviaria sotterranea per l’Alta Velocità, il people mover, la sublagunare, il Venice Gateway di F. Gehry e altri ancora) con il territorio circostante e lo scalo aeroportuale situato lungo il corridoio 5 della rete transeuropea dei trasporti.Le caratteristiche di questo ambizioso progetto - al momento l’unico nel nostro Paese – saranno presentate durante l’incontro promosso da SAVE Spa.

relatore: Arch. Giulio De Carli - CEO One Works SpA, consulente di SAVE SpA

allegati

 adesione_convegno_IlMarcoPolo - PDF, 78.7 Kb
da compilare ed inviare via e-mail a verona09@inuveneto.it o via fax allo 0444532588

 Il Marco Polo di Venezia, da scalo aeroportuale a nodo intermodale - PDF, 175.7 Kb
scarica l’articolo in formato PDF