eventi

- INU Veneto in collaborazione con il Gruppo di studio Città diffusa

Gruppo di Studio INU sulla Città Diffusa
Governare la città diffusa
Analisi di tre situazioni regionali: questioni emergenti ed ipotesi operative
27 ottobre 2010

Curatori: Marche: M. Piazzini, V. Frazzica; Toscana: M. Morandi, D. Screpanti; Veneto: L. Ranzato, M. Fantin, R. Anzaldi, R. Massari, A.Vicario

Venezia, Mercoledì 27 ottobre
Sala della Bibliografia
14.30 - 18.30

La “città diffusa” va considerata come uno dei modi di essere della città contemporanea ovvero come una delle sue parti costitutive, che è cresciuta sostanzialmente fuori da ogni quadro di pianificazione. Per affrontare oggi il governo della città diffusa è necessario abbandonare gli atteggiamenti di sterile e generica condanna e porsi concretamente l’obbiettivo di definire metodologie di intervento utili per orientare le sue trasformazioni.

Nonostante gli aspetti comuni esistono molte città diffuse, diverse per le origini storiche, per la morfologia dei luoghi, per il modo di funzionare, per i rapporti con la cultura dei rispettivi territori; di conseguenza, l’analisi e l’approfondimento interpretativo di ciascuna forma di città diffusa costituisce passaggio obbligato per la messa a punto di specifiche ipotesi di intervento. Di qui l’esigenza di ricercare un metodo di progettazione diverso, rivolto primariamente “al problema del senso, delle relazioni, cioè con quanto appartiene al contesto, alla sua fattualità e materialità, alla sua storia, alla sua funzione nel processo di riproduzione sociale, alla sua regola costitutiva”.

La città diffusa, nonostante abbia le apparenze di fenomeno prevalentemente quantitativo, paradossalmente impone la necessità di superare l’ottica semplicemente quantitativa con cui generalmente si guarda alle problematiche della dispersione della città contemporanea (vedasi consumo di suolo) e ripropone in termini di inedita complessità il tema della “forma degli insediamenti”: l’acquisizione di una rinnovata capacità di confrontarsi con le problematiche di ordine - in senso lato - morfologico implicite nel modo di essere e di trasformarsi delle città e dei territori contemporanei può forse restituire agli strumenti di governo del territorio una qualche plausibilità ed efficacia (ivi compresa una più fondata attitudine a contenere le degenerazioni quantitative). Nel corso del convegno saranno illustrate analisi e proposte relative a tre aree prese in esame dal gruppo di studio: una in Toscana, una nelle Marche ed una nel Veneto.

14.30
Introduce
Maurizio Piazzini, Coordinatore Gruppo di lavoro INU sulla Città Diffusa

15:00
Maurizio Morandi e Daniel Screpanti, Università di Firenze
Michele Talia, Università di Camerino
Valeria Frazzica, Provincia di Ancona
Luigi Rizzolo, Roberto Anzaldi,
Provincia di Padova
Franco Alberti, Claudio Perin, Regione del Veneto
Andreas Kipar, Architetto paesaggista, Direttore Land

18.00
Conclusioni
Marisa Fantin, Presidente INU Veneto

La conferenza fa parte dell’evento di marketing urbano e territoriale Urbanpromo, sede di incontro e di interazione fra tutti coloro che si occupano di città e di territorio: amministratori, operatori economici, tecnici, studiosi, ricercatori.

Clicca qui per consultare e scaricare il programma completo

mappa
« settembre 2017 »
LunMarMerGioVenSabDom
    010203
04050607080910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
attività
CALL a cura di Pietro Garau e Marichela Sepe
20/09/2017
20/09/2017