attività
Discussione pubblica sul convegno "Il governo del territorio e le trasformazioni del paesaggio"

L’INU Veneto intende organizzare un convegno da tenersi a Venezia, probabilmente a novembre, sul tema Il governo del territorio e le trasformazioni del paesaggio.
Il direttivo ha esaminato l’argomento nella riunione del 19 luglio e ha deliberato di aprire una discussione pubblica sul sito web di INUVENETO per raccogliere proposte sui temi da trattare, sulle modalità di svolgimento e sui possibili relatori.

Apre la discussione Antonio Bortoli, incaricato dal direttivo di formulare la prima proposta.
Aspettiamo il contributo di tutti in modo da poter prendere una decisione entro la prima metà di settembre.

Antonio Bortoli

Il Codice dei beni culturali e del paesaggio ha innovato la normativa del 1939 e ha affidato al Piano Paesaggistico regionale una funzione separata per la tutela, la riqualificazione e la valorizzazione del paesaggio.
I piani territoriali e urbanistici devono adeguarsi e conformare le proprie previsioni, sia per le specifiche finalità indicate dal Codice, sia per le proprie funzioni di regolazione delle attività di trasformazione del territorio.

Una funzione conformativa della proprietà privata non può essere assolta adeguatamente dal solo piano paesaggistico regionale e la modalità prevista dal codice di adeguamento dei piani territoriali e urbanistici risente di una concezione del paesaggio come altro rispetto alla organicità del territorio.

La Convenzione Europea del Paesaggio implica una piena integrazione della tutela, del progetto e della valorizzazione come esito del coinvolgimento delle comunità locali alle quali viene riconosciuta la responsabilità di determinare l’ambiente in cui vivono e nel quale riconoscono la propria identità culturale.

La tutela e la valorizzazione del paesaggio non può quindi essere distinta dai progetti di territorio che localmente si formano, anche mediante la pianificazione territoriale e urbanistica, e che comprendono la tutela dell’ambiente, dei beni culturali e la capacità di produrre nuovi beni e nuovi paesaggi.

In considerazione del vasto processo di innovazione degli strumenti, è necessario verificare come si perseguono oggi gli obiettivi di tutela e valorizzazione dei beni culturali e del paesaggio attraverso la programmazione, la pianificazione e la progettazione e come le trasformazioni ambientali, territoriali e urbane possano essere effettivamente governate.

Prima parte (relazioni)

La Convenzione europea del Paesaggio
Paesaggi culturali, paesaggi costruiti e identità locali

Le trasformazioni del territorio nel paesaggio della biodiversità

Il patrimonio culturale e il paesaggio nel contemporaneo

La qualità dei paesaggi e dell’ambiente nei progetti di territorio

… ???

Seconda parte (seminari – sezioni parallele)

Orientare le trasformazioni
(PTRC/Piano Paesaggistico, PTCP, PAT/PATI, PI, PUA)
Coordina:
Contributi di:

Valorizzare i beni
(PRUSST, marketing territoriale, gestione, …)
Coordina:
Contributi di:

Tutelare e riqualificare
(mitigazioni, compensazioni, crediti edilizi, …)
Coordina:
Contributi di:

ore 16.00
Tavola rotonda, partecipano i relatori e i coordinatori dei seminari

[ Ultima modifica il 2 agosto 2007 ]
« settembre 2017 »
LunMarMerGioVenSabDom
    010203
04050607080910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
attività
CALL a cura di Pietro Garau e Marichela Sepe
20/09/2017
20/09/2017